Rocco e Domenico Tunnaliva

Una chiacchierata a tutto tondo con Rocco e Domenico

Picture of Tunnaliva_admin

Tunnaliva_admin

Picture of Tunnaliva_admin

Tunnaliva_admin

Una chiacchierata a tutto tondo con Rocco e  Domenico sulle sfide attuali di una azienda agricola a conduzione familiare in un mondo che guarda sempre più alla sostenibilità.

D. Qual è il vostro impegno per l’agricoltura sostenibile?

Agricoltura sostenibile è un termine oggi molto usato che comprende l’utilizzo di tecniche agronomiche rispettose dell’ambiente e delle risorse naturali. Tutte le nostre attività sono svolte con una grande attenzione a questo tema. Al momento siamo in conversione BIO e questo è un grande passo perché elimina tutta una serie di sostanze inquinanti e nocive dal ciclo produttivo. Un esempio di cui andiamo molto fieri è la pratica dell’inerbimento del suolo così da fai moltiplicare fauna e flora nell’ uliveto.

D. C’è un aneddoto specifico relativo alla produzione del vostro olio che volete condividere con noi?

Una delle difficoltà maggiori nel nostro lavoro è quella di mantenere una produzione costante fra un anno e l’altro a causa della accentuata stagionalità. Negli anni siamo riusciti ad assicurare una produzione medio-bassa ma abbastanza costante della nostra Nocellara del Belice grazie ad una potatura annuale flessibile e bilanciata in grado di garantire dei rami sempre giovani e nuovi. Ogni anno dedichiamo interi mesi di duro lavoro rigorosamente a mano che rappresentano la parte più delicata e sfidante del nostro lavoro in campo

D. Quale o chi è la vostra più grande fonte di ispirazione?

La risposta è molto semplice, nostro padre Carlo che è anche il fondatore dell’azienda agricola. Tunnaliva nasce come naturale evoluzione e completamento di ciò che nostro padre ha creato negli anni. Apprezziamo moltissimo la sua dedizione e l’intraprendenza che mette di fronte a nuovi progetti, anche impegnativi.

D. Quali sfide avete dovuto affrontare? in che modo le avete superate?

La sfida principale è fare piccola impresa con risorse limitate e competere nel mondo dell’olio di oliva dove ci sono grandi player nazionali ed internazionali. Siamo un po’ come Davide contro Golia, ma questo ci ha dato una mano per trovare soluzioni alternative ma efficaci così da portare il nostro olio EVO ad un alto standard qualitativo prima e farlo conoscere a più persone possibili dopo sia in Italia che all’estero

D. Come pensate di trasmettere la vostra passione e conoscenza alle generazioni future?

Sin dal primo giorno dalla nascita di Tunnaliva abbiamo deciso di dare un forte taglio “comunicativo”. La coltivazione degli uliveti e la produzione dell’olio, attività in cui siamo impegnati in modo diretto, sono condivisi regolarmente sulle nostre pagine social con tanti contenuti testuali, immagini e video che parlano di potatura, cura del terreno, raccolta delle olive per fare solo alcuni esempi. Crediamo che questo possa veicolare la passione che mettiamo nel lavoro quotidiano e che possa essere di ispirazione per i giovani. L’obiettivo è quello di sviluppare ancora di più questo aspetto del “racconto” con l’organizzazione di visite negli Uliveti in vari momenti significativi dell’anno, come durante la raccolta.

Condividi:

Lascia un commento

Post simili

×

Carrello